Come ottenere una cessione del quinto della pensione senza problemi e difficoltà: la procedura, info, simulazione prestito e piano rimborso

Indice dei contenuti

Se vuoi sapere come ottenere la cessione del quinto della pensione senza alcun problema, sei nel posto giusto. In questa guida ti aiuteremo passo per passo a capire come avanzare la propria richiesta per avviare la procedura di finanziamento. Ma prima scopriamo a grandi linee cos’è la gestione del quinto e quali sono le sue caratteristiche.

Cessione del quinto: cos’è

La cessione del quinto è una tipologia di prestito molto vantaggiosa destinata sia ai lavoratori che ai pensionati. Si tratta di un finanziamento che prevede la trattenuta delle rate dallo stipendio o dalla pensione del richiedente. L’importo della mensilità non dovrà però superare l’un quinto del cedolino pensionistico o del salario mensile. Questo perché la banca non accetta prestiti se poi il beneficiario resta con una somma disponibile inferiore alla soglia minima di sopravvivenza. Quindi se si ha una pensione medio alta sarà più semplice ottenere un prestito con la cessione del quinto.

L’aspetto vantaggioso del prestito con la cessione del quinto è che le trattenute verranno fate direttamente dall’istituto previdenziale per i pensionati e dal datore di lavoro per i lavoratori. Questo significa che il beneficiario del prestito non dovrà preoccuparsi di rimborsare ogni mensilità poiché sarà tutto automatizzato.

L’istituto previdenziale infatti si preoccuperà di trattenere l’importo della rata da ogni cedolino di pensione e lo invierà alla finanziaria con cui si è stipulato il contratto. Il rimborso sarà perciò automatico tramite un addebito mensile fatto dall’Inps. La durata del finanziamento non potrà superare i dieci anni e sarà obbligatorio sottoscrivere la polizza assicurativa per il rischio vita. L’assicurazione tutela sia il beneficiario qualora venisse a mancare prima di aver estinto l’intero debito e anche i familiari. Infatti sarà la compagnia assicurativa a pagare le restanti rate qualora il beneficiario del prestito venisse a mancare.

Come ottenere la cessione del quinto della pensione: primi passi e calcolo delle rate

Se vuoi sapere come ottenere la cessione del quinto della pensione in modo semplice e veloce, dovrai sapere quali sono i primi passi da fare. Prima di tutto, il richiedente dovrà richiedere il prestito alla Banca o all’istituto finanziario che sceglierà come creditore. Prima di farlo però, dovrà richiedere la comunicazione della cedibilità della pensione. Si tratta di un documento denominato “quota cedibile” e vi sono indicati tutti i dati circa l’importo massimo di rata che si può dare per rimborsare un prestito.

Infatti, come abbiamo già specificato, la cessione del quinto prevede delle rate mensili che non superano l’1/5 della pensione dell’eventuale beneficiario. Quindi prima di fare la richiesta per il finanziamento, il richiedente dovrà valutare se ha una pensione tale da potersi permettere la trattenuta mensile del cedolino.

Con il documento sulla quota cedibile, da richiedere personalmente a qualsiasi sede Inps e poi da consegnare alla banca o alla finanziaria, si potrà valutare la fattibilità creditizia. Infatti, la cessione del quinto non prevede garanzie troppo rigide. L’unica cosa che però dovrà essere dimostrata è la stabilità e la consistenza del proprio salario mensile per capire se potranno essere trattenute le rate.

Qualora il richiedente sceglie di fare il prestito con una banca convenzionata con l’Inps, non sarà necessario fare tutto il passaggio a mano con il documento. La quota cedibile verrà inviata per via telematica.

Quota cedibile della pensione: cos’è

Per sapere come ottenere in modo semplice la cessione del quinto della pensione, è importante capire cos’è la quota cedibile.

La quota cedibile è un documento che viene rilasciato dalle amministrazioni all’istituto previdenziale, come l’inps, l’inpdap o l’ipost. Il modulo verrà dato direttamente al pensionato che ha intenzione di avviare un prestito personale con la cessione del quinto.

Con la quota cedibile si potrà avviare la fase istruttoria del prestito poiché nel foglio è indicata la rata massima che il richiedente può rimborsare ogni mese.

Nel documento saranno precisate anche le altre cessioni del quinto in corso e a quanto ammonta la quota attualmente utilizzata, la cifra della nuova quota cedibile e tutte le informazioni utili per un nuovo finanziamento. Il documento dovrà essere rilasciato in forma originale, e non sono accettate deleghe per il ritiro, dovrà essere il pensionato a richiederlo.

Cessione del quinto della pensione: come ottenere l’importo della rata

Per sapere come ottenere l’importo della rata della cessione del quinto della pensione, occorre fare alcuni calcoli. Il pensionato potrà cedere massimo il 20% della sua pensione e quindi l’ammontare della rata dipenderà dalla quota del suo cedolino pensionistico. Più l’entità della pensione è alta e più alta sarà la cifra trattenuta nella rata, così il tempo di rimborso sarà minore.

La quota cedibile riportata nel documento di cui vi abbiamo parlato nel paragrafo precedente è calcolata al netto delle trattenute fiscali e previdenziali. Proprio per questo chi ha un assegno minimo difficilmente riuscirà ad ottenere un prestito con la cessione del quinto. L’importo della pensione minima, stabilito dalle leggi, non dovrà infatti essere intaccato.

La rata è la parte più importante di questo prestito. Infatti prima di stabilisce l’ammontare della mensilità e poi si fissa il prestito da poter richiedere. Ad esempio, se un pensionato percepisce una pensione da 1.500 euro la sua mensilità calcolata al netto sarà di 300 euro con un TAN del 5%. Se il pensionato richiede un prestito da 21.050 euro, ad esempio, dovrà pagare 120 mensilità per un totale di 10 anni.

Esempi pratici

Un pensionato che percepisce un cedolino pensionistico lordo di 596 euro senza alcuna ritenuta fiscale, avrà una quota cedibile pari a 94,11 euro. Un importo inferiore rispetto alla soglia della cessione del quinto calcolata che dovrebbe essere di 119,30 euro.

Se invece la pensione è lorda di 1.200 euro e netta di 900 euro, la quota cedibile è di 180 euro e anche la cessione del quinto ammonta a 180 euro. Pertanto in questo caso sarà possibile effettuare il prestito.

Come si tutela il pensionato

Per tutelare la condizione del pensionato beneficiario del credito e prima di versare la prima rata del prestito, l‘Inps, o qualsiasi altro istituto previdenziale, dovrà verificare alcuni dettagli. Tra questi dovrà valutare che la finanziaria abbia tutti i requisiti richiesti per legge per la cessione del quinto.

Inoltre gli interessi applicati dovranno essere al di sotto della tassa anti usura. La rata non dovrà mai superare un quinto della pensione percepita dal richiedente e nel contratto dovranno essere specificate tutte le spese previste dal prestito.

Requisiti per ottenere la cessione del quinto della pensione

Quasi tutti i pensionati con una pensione di anzianità, di vecchiaia e di inabilità potranno fare la richiesta per il prestito con la cessione del quinto. Tuttavia ci sono delle categorie che resteranno fuori dalla domanda.

Chi percepisce un assegno sociale o una pensione minima non potrà accedere al prestito a causa dell’ammontare troppo basso del cedolino. Anche chi ha una pensione per invalidità civile resterà fuori, come anche chi ha un assegno mensile per l’assistenza ai pensionati per inabilità o per il sostegno al reddito o al nucleo familiare.

Contratto: cosa deve contenere

Il contratto che si stipula quando si fa il prestito con la cessione del quinto dovrà riportare alcune informazioni. Sicuramente dovrà essere indicato l’ammontare del finanziamento con tutte le specifiche sulle rate e sul piano di rimborso. Poi occorrerà avere il tasso di interesse applicato e tutte le eventuali spese di mora.

Non dovremo dimenticare di controllare la presenta dei dati sul Taeg, sulle garanzie richieste e sulle coperture assicurative.